Chi sono oggi le figure femminili più influenti e impegnate socialmente? Nella ricorrenza annuale delle conquiste sociali,economiche e politiche delle donne e della lotta per un’effettiva parità di genere, celebriamo il potere femminile di oggi, tra attrici, cantanti e public figures che ci dimostrano sempre di più che “se diamo alle donne le occasioni adeguate, queste saranno capaci di tutto”.

Beyoncé

“Less is most definitely more.

La gestione di un brand sui social media e la sua percezione pubblica non sono cosa facile; professionisti ed esperti di social media marketing sono ben consapevoli del fatto che si trovino in un vasto,sconosciuto, ma soprattutto incontrollato mondo a portata di mano,che non smette mai di produrre contenuti. Per questo motivo,la strategia di Beyoncè sul suo account Instagram è davvero da studiare: è capace di sfruttare la portata del suo profilo,creando curiosità intorno alla sua figura, carriera e vita privata. Può a volte, in un singolo post, sia dissipare pettegolezzi che alimentarne altri e lo fa la maggior parte delle volte senza scrivere una sola parola, facendone una vera e propria esperta di marketing.

Rihanna

“Mia nonna diceva sempre: se hai un dollaro hai molto da condividere”

 

L’Università di Harvard ha nominato Rihanna “persona umanitaria dell’anno”. È stata scelta per le numerose iniziative benefiche promosse attraverso la sua Clara Lionel Foundation, come il programma di educazione globale e la realizzazione nella sua città natale di un centro oncologico all’avanguardia per la diagnosi e il trattamento del cancro al seno.

 

Emma Watson

«Sono sempre un po’ sbalordita. Le persone hanno detto che non posso essere femminista e avere le tette».

Dopo che Emma Watson ha posato a seno scoperto per Vanity Fair,la reazione di molte femministe indignate si è fatta subito sentire. Eppure dal 2014 Emma Watson è ambasciatrice Onu e ha lanciato la campagna “HEforSHE” che ha l’obiettivo di spingere anche gli uomini a battersi per l’uguaglianza di genere.

Chiara Ferragni

«The blonde salad never stops».

Chiara Ferragni e il co-founder di “The Blonde Salad” Riccardo Pozzoli hanno tenuto quest’anno per la seconda volta una lezione di marketing imprenditoriale presso l’Università di Harvard. Tema principale dell’incontro è stata  l’evoluzione di The Blonde Salad sia dal punto di vista finanziario che dal punto di vista editoriale, con particolare attenzione al coinvolgimento dei fan, determinante nello sviluppo della società,il cui fatturato ammonta a $6 milioni all’anno.  Questi numeri vanno poi ad aggiungersi al crescente numero di seguaci di Chiara Ferragni (solo su Instagram ne vanta 8 milioni) che ne fanno una vera e propria potenza mediatica. Secondo Forbes, infatti, Chiara è tra le 30 persone sotto i 30 anni più influenti al mondo.

 

Michelle Obama

«Non c’è alcun limite a quello che le donne possono ottenere».

 

Michelle Obama ha lanciato diverse campagne durante il suo periodo come First Lady. “Let’s Move” si propone di combattere contro l’obesità negli Stati Uniti con l’obiettivo di insegnare ai bambini uno stile di vita che includa un’alimentazione più sana e incorpori un maggiore esercizio fisico. Un’altra iniziativa diventata virale è “GiveMeFive” creata da Michelle per invitare le persone a muoversi di più, volta a modificare gli stili di vita sedentari a favore dell’attività fisica ma non solo, Michelle e tante altre donne famose partecipano attivamente a “Let Girls Learn”, una campagna dedicata all’educazione delle giovani nel mondo e negli Stati Uniti.

 

 

 

La tua opinione conta, lascia un commento!

Condividilo sui social!

Powered by Oikosmos