di Francesca Cisternino
Tempo di lettura: 3 minuti

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un cambiamento nel consumo di contenuti educativi online, questo perché i canali di informazione sono cambiati. Dalla classica comunicazione televisiva di massa, siamo passati alle newsletters specializzate, alle riviste online, ai podcast su spotify fino ad arrivare alle piattaforme social.

In particolare, con 46 milioni di download e 150 milioni di utenti al giorno, TikTok ha il primato dell’app più scaricata nel primo trimestre di quest’anno.
TikTok inizialmente ha spodestato la sorella gemella Musical.ly: la popolare app a metà tra il social e il gioco che permette di riprendersi mentre si danza o canta in playback su una base a scelta, il tutto corredato da filtri, effetti speciali, slow motion.

Logo di TikTok

Fonte: digitalterminal.it

Tuttavia arriva sempre quel bel momento nella vita chiamato evoluzione in cui un po’ di lampadine si accendono e si inizia a far battere il cuore ai competitors, come al nostro caro amico Mark Zuckerberg.
L’evoluzione di TikTok è stata molto simile a quella di instagram. Quest’ ultima infatti da piattaforma dedicata unicamente a fotografi appassionati e professionisti, è diventata il social che conosciamo oggi, allo stesso modo TikTok ha deciso di cambiare i contenuti ripulendo la sua immagine.

Come in tutte le piattaforme social, l’utente non è solamente consumatore ma soprattutto creatore di contenuti: il “prodotto” offerto dalla piattaforma siamo noi stessi.

Il programma #EduTok segna un po’ la svolta di TikTok verso contenuti video educativi, esso infatti si propone di “rivoluzionare l’e-learning in India” con lo scopo di supportare gli utenti di Internet per la prima volta ad acquisire conoscenze relative all’alimentazione e all’inglese parlato, includendo anche suggerimenti e messaggi motivazionali.

EduTok per ampliare la conoscenza e la crescita

Fonte: TikTok.com

Il tutto è organizzato in 25 seminari dove 5000 persone creative verranno selezionate e invitate a partecipare.

#EduTok ha visto una grande risposta da parte degli utenti sin dal suo inizio. Ad oggi, oltre 10 milioni di contenuti sono stati creati e condivisi utilizzando l’hashtag #EduTok, che ha raccolto oltre 48 miliardi di visualizzazioni ed è stato condiviso 1,8 miliardi di volte su TikTok. 

Nitin Saluja, direttore, Politiche pubbliche, TikTok India, ha dichiarato: “L’educazione ha lo scopo di coinvolgere un processo di collaborazione e co-creazione. #EduTok – continua il direttore – ha consentito uno scambio attivo di conoscenze e competenze, che ha determinato un cambiamento nel consumo di contenuti educativi online.”

#EduTok ha lo scopo di sfruttare la portata di TikTok in 6 stati con tassi di alfabetizzazione più bassi.

Atul Satija, fondatore e CEO della Nudge Foundation (impresa sociale che ha collaborato alla creazione del programma) ha dichiarato: “L’educazione digitale sta diventando uno strumento fondamentale nel quadro educativo generale per supportare nuovi approcci di apprendimento e colmare il divario tra la domanda del settore e l’ecosistema delle competenze. Una piattaforma come TikTok ottimizza efficacemente le opportunità di apprendimento, in quanto offre accesso ad una varietà di strumenti, tutti sotto lo stesso tetto, offrendo quindi un’esperienza di apprendimento soddisfacente. La motivazione alla base del programma di tutoraggio è quella di dotare la nostra forza lavoro futura di idee pertinenti e all’avanguardia per guidare cambiamenti duraturi e diffusi.

The #EduTok program

Fonte: businessworld.it

In questo modo TikTok entra nel fiorente spazio tecnologico dell’istruzione in India.

Lo scopo di #EduTok è quello di sfruttare la grandezza di questo social per ottimizzare la diffusione di contenuti educativi in 6 stati con tassi di alfabetizzazione più bassi e di ottenere a tal fine visibili risultati.

L’evoluzione di questa piattaforma social è ancora tutta da scoprire, quale sarà il prossimo passo?

 

 

La tua opinione conta, lascia un commento!

Condividilo sui social!

Powered by Oikosmos